Giugliano, finti poliziotti facevano rapine sull’asse mediano: arrestati due Rom

Giugliano, finti poliziotti facevano rapine sull’asse mediano: arrestati due Rom

Due rom finti poliziotti sono stati arrestati dalla Polizia di Giugliano-Villaricca: effettuavano rapine sull’asse mediano.

Rom finti poliziotti arrestati dalla P.S. di Giugliano-Villaricca

Si fingevano poliziotti, ma in realtà erano due truffatori. Rapinavano gli ignari automobilisti, che venivano fermati sull’asse mediano. A seguito delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, gli uomini del Commissariato di P.S. di Giugliano-Villaricca hanno arrestato due uomini di etnia Rom.

Gli agenti della polizia, hanno fermato i due uomini, dando esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare coercitiva personale in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli Nord. Sono stati accusati del reato di rapina aggravata.

Si tratta di Seferovic Roberto classe ’91, pregiudicato attualmente detenuto presso casa Circondariale di Napoli Poggioreale. Hadzovic Remzija classe 90, anche lui pregiudicato. I due sono ritenuti responsabili in concorso tra loro di rapina aggravata dall’uso delle armi.

LEGGI ANCHE: IDENTIFICATO L’UOMO MORTO AL CENTRO ‘LE PORTE DI NAPOLI’

Le indagini hanno permesso di rilevare ulteriori elementi circa una rapina posta in essere nel mese di Giugno 2020, intorno alle ore 01.00. I due malfattori, con altri soggetti, al momento ancora non identificati, a bordo di una Fiat Bravo dotata di lampeggiante simile a quelli in uso alle forze di Polizia hanno simulando un controllo. Gli uomini hanno fermato una coppia sulla SS quater, sottraendo con violenza, denaro e preziosi.

Durante la rapina, uno dei rapinatori, ha anche colpito con violenza una delle vittime. L’altro invece, li minacciava con l’ausilio di un fucile a canne mozze. Il lavoro della squadra investigativa del Commissariato di P.S. di Giugliano – Villaricca, ha identificato due degli autori, arrestandoli e portandoli in carcere.

Gli indagati, due pregiudicati, risultano coinvolti in altri e precedenti condotte delittuose analoghe a quelle che hanno determinato l’emissione dell’odierno provvedimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *