Caivano, una telenovela senza fine

Caivano, una telenovela senza fine

Crisi politica a Caivano, ua telenovela senza fine

Crisi politica a Caivano, ua telenovela senza fine

La crisi politica che attanaglia l’amministrazione di Caivano guidata dal dimissionario Enzo Falco oramai prosegue da circa due mesi.
Protagonisti assoluti della vicenda sono il gruppo consiliare dei Noi Campani. Il gruppo dei Mastelliani, dopo di fatto aver mandato a casa attraverso la sottoscrizione di un documento di sfiducia il sindaco Falco, che non ha avuto effetto solo grazie al gruppo di opposizione di Forza Italia che non ha apposto le ultime firme per sancire la fine del mandato!
Ieri gli adepti di Mastella seduti al tavolo della maggioranza si sono mostrati e si dichiarano essere collaborativi per proseguire con L’ex assessore alla provincia alla guida dell’amministrazione.
La volontà a collaborare stavolta viene sancita dagli adepti di Mastella con un documento che a garanzia viene sottoscritto anche dal segretario provinciale di Noi Campani, ovvero Peppe Barra da Cardito.
A questa decisione così come già fatto all’inizio della crisi, Italia Viva attraverso i suoi rappresentanti si distacca dalla discussione e prende le distanze ritenendo i comportamenti assunti incomprensibili.
D’altro canto anche agli addetti ai lavori riesce difficile capire come un gruppo politico fa nominare degli assessori, dopo appena un giorno sfiducia del Sindaco, che a sua volta da dimissionario revoca gli stessi assessori nominati e dopo meno di una settimana ci si ritrova allo stesso tavolo felici e contenti con tanto di promesse per il futuro.
Ci si chiede era opportuno fare tutto un bailamme politico esclusivamente per revocare due assessori, mortificando anche delle professionalità, visto che in appena due giorni si motiva una revoca, per il venire meno del rapporto fiduciario.
Il sindaco Falco ha ancora pochi giorni per ritirare le dimissioni e approvare il bilancio di previsione, nelle sue riflessioni dovrebbe sicuramente tener conto che se la sua consiliatura non è finita anzitempo lo deve esclusivamente al buon senso e la responsabilità del gruppo consiliare di Forza Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *