L’EVENTO. Allo “IAV” di Napoli la proiezione del docufilm su Maradona del regista Kenawi e del fotografo Siano

L’EVENTO. Allo “IAV” di Napoli la proiezione del docufilm su Maradona del regista Kenawi e del fotografo Siano

Venerdì 21 ottobre 2022 (alle ore 18.30) importante appuntamento allo IAV (In Arte Vesuvio), la struttura artistica, culturale e d’intrattenimento di via Nazario Sauro, che proporrà la proiezione del docufilm dal titolo “Maradona – Uno scugnizzo napoletano” del regista Mohamed Kenawi e del fotografo Sergio Siano, presenti con lo storico “libero” del Napoli da scudetto, Alessandro Renica, il critico cinematografico Ignazio Senatore, lo scultore Domenico Sepe, e gli artisti Giuseppe Klain e Alessandro Ciambrone. Evento sold-out.

Dunque, continua a sorprendere piacevolmente il nutrito cartellone di “In Arte Vesuvio”, la giovane ma capace struttura delle sorelle Lucia e Angela Andolfo, che si va brillantemente consolidando per la vivacità e la varietà di proposte per la cultura e per il tempo libero.

Stavolta l’immancabile appuntamento è per le 18.30 di venerdì 21 ottobre, quando, in perfetta sintonia con un Napoli a punteggio pieno, si terrà un evento già sold-out.

E, mentre si avvicina la ricorrenza della nascita del Pibe de oro, spunto alla discussione sarà proprio la proiezione del docufilm “Maradona – Uno scugnizzo Napoletano” del regista Mohamed Kanawi, dove il fotoreporter Sergio Siano, che lo seguì da vicino con i suoi scatti come pochi, giovanissimo all’inizio della sua professione.

Con loro a raccontare il “D10S” napoletano, ci sarà anche Alessandro Renica, storico “libero” del Napoli, vincitore di scudetto e Coppa Uefa, il critico cinematografico Ignazio Senatore, l’autore della scultura di Maradona, Domenico Sepe e gli artisti Giuseppe Klain e Alessandro Ciambrone.

Il calendario degli eventi in programma presso la struttura “In Arte Vesuvio” è consultabile sulle pagine social ufficiali facebook  e  instagram. Per informazioni e contatti è attivo il numero 334.301.38.00.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *