Frattamaggiore, in coma farmacologico l’uomo arso vivo

Frattamaggiore, in coma farmacologico l’uomo arso vivo

Frattamaggiore, la notte tra venerdì e sabato , in Viale Tiziano è stata davvero una notte di fuoco per il 36 enne , Nicola Lupoli. Mentre era a telefono con la sua fidanzata , intento in una videochiamata , dagli aggressori alle spalle , l’hanno cosparso di liquido infiammabile, e dato fuoco . Lupoli non si è reso conto di chi siano stati gli incendiari del suo corpo, e la stessa fidanzata non è riuscita almeno per il momento a dare delle informazioni agli inquirenti che stanno conducendo le indagini. Nonostante le fiamme alte , Lupoli ha avuto modo di farsi accompagnare in Ospedale , dapprima al San Giovanni di Dio di Frattamaggiore, poi al Cardarelli al centro grandi ustioni. Attualmente le condizioni del Lupoli sono gravissime ed è in coma farmacologico presso il policlinico di Bari , dove poi vista la gravità delle ustioni che hanno colpito il suo corpo per il 35% . Le indagini condotte dal Commissariato di Polizia di Stato di Frattamaggiore non hanno ancora portato a catturare gli autori di questo gesto violento , e nemmeno sono note le motivazioni che hanno prodotto una tale violenza, nel frattempo il fratello di Nicola , che è stato il primo soccorritore , pare che dalle parole proferite nell’immediatezza del momento , abbia percepito il nome o i nomi degli aggressori. Le indagini si stanno avvalendo anche delle telecamere di video sorveglianza. Ci sia augura che Lupoli, possa superare questo momento così drammatico, e che i colpevoli del gesto violento siano individuati quanto prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *