Caivano, al liceo Braucci fari puntati su ambiente, arte, letteratura, musica e sport: per i visitatori porte aperte anche nel pomeriggio

Caivano, al liceo Braucci fari puntati su ambiente, arte, letteratura, musica e sport: per i visitatori porte aperte anche nel pomeriggio

CAIVANO.  Al liceo statale “Niccolò Braucci“, diretto magistralmente dall’ingegnere Claudio Mola (nella foto di copertina), decolla la maxi iniziativa che punta i fari su arte, ambiente, teatro, musica e sport.

Dunque lo storico istituto di piazza Plebiscito, diventato ormai da tempo polo culturale del territorio e punto di riferimento non soltanto per gli studenti caivanesi, ma dell’intero circondario nord, apre al territorio anche nelle ore pomeridiane, con una serie di manifestazioni.

Gli alunni hanno realizzato anche un orto botanico e allestiti vari stand, dove i visitatori potranno degustare prodotti rigorosamente bio.

E così, dopo il prologo di giovedì 26 maggio, anche oggi venerdì 27 maggio (dalle ore 11 alle 14 e dalle 16 alle 19) saranno gli stessi studenti, coordinati dai docenti, a guidare i visitatori lungo il percorso tecnico-artistico, dove si potranno ammirare, tra l’altro fantastiche opere pittoriche e plastici tridimensionali.

TANTI APPUNTAMENTI

La bella iniziativa, messa a punto con la supervisione del dirigente scolastico Mola, proseguirà, poi, venerdì 3 giugno (ore 18) con musica e teatro: in scena la perfomance del gruppo “Absolute Beginners” e la rappresentazione “Mirandolina” da “La Locandiera” di Goldoni. Spazio anche per tanta solidarietà con la “Partita del Cuore”, in programma lunedì 6 giugno (ore 10), presso lo stadio comunale “Papa” di Cardito, in memoria dell’ex alunno Francesco Egarese. L’incasso sarà devoluto in beneficenza.

Ma non finisce qui. Per il giorno successivo è in calendario la presentazione alle ore 11 del progetto “Editare Libri”. Poi il gran finale, alle 20, con un tributo musicale a Mia Martini.

IL NUOVO INDIRIZZO DI STUDIO

Intanto altre importanti novità arrivano per famiglie e alunni delle terze medie. L’istituto di piazza Plebiscito ha attivato il nuovo indirizzo di studio di “scienze applicate”, che si aggiunge ai tre già in corso: scientifico, scienze umane e linguistico.

LE DICHIARAZIONI

“Dunque – sottolinea l’ingegnere Mola – un’altra opportunità, che offrirà uno studio adeguato e approfondito per affrontare con successo le facoltà universitarie e, soprattutto, quelle di carattere tecnico-scientifico, tra cui le varie specializzazioni di ingegneria”.  

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.