Francesco Scarpato un giovane frattese che danza da solista al Teatro nazionale di Praga

Francesco Scarpato un giovane frattese che danza da solista al Teatro nazionale di Praga

Frattamaggiore anche stavolta attraverso un proprio giovane riesce a distinguersi , stavolta nel campo artistico ovvero della Danza. Francesco Scarpato , frattese oggi di 33 anni , figlio di un odontotecnico e madre  facente parte di una famiglia nota nell’ambito dei pneumatici, dall’età di 5 anni coltiva la passione della danza che è diventato un lavoro . Abbiamo scambiato due chiacchiere con Francesco nel raccontare il suo lavoro -passione . “Ho iniziato a muovere i primi passi di danza all’età di 4 anni. Ricordo che mi sedevo davanti alla tv con le gambe divaricate al lato in spaccata e seguire il programma “Non e’ la Rai”. Già all’ora amavo la musica e il movimento. Solo verso i 14 anni ho capito che questo sarebbe potuto essere il mio “lavoro” in futuro e quindi ho iniziato a intraprendere questo meraviglioso, ma pieno di grandi ostacoli, viaggio. All’età di 17 anni la mia insegnante di classico decide di farmi provare la scuola del teatro la scala dove ho seguito due anni di studio e così anche diplomatomi e nel durante ho provato varie audizioni in gran parte del mondo alla ricerca di un contratto di lavoro. Inizio così a lavorare nel 2008 con il teatro nazionale di Brno in repubblica ceca e due anni dopo con il teatro nazionale di Praga dove tutt’ora ne faccio ancora parte come Sólista dal 2014. Praga e’ una città stupenda e sempre in crescita. Inutile dire quanto mi manca la mia città anche se per come vivo io la vita non sarei in grado di vivere nel mio paese. Ovviamente manca tanto anche la famiglia, ma sono oramai tanti anni che sono via da casa.All inizio di questo meraviglioso ,ma faticoso, percorso e’ stato davvero dura , pensavo per un periodo di mollare tutto e ritornare a casa. Ma l’amore e la voglia di ballare hanno fatto si che rimanessi all estero oramai da ben 14 anni. Il futuro non mi è ancora ben chiaro , ma spero presto di riuscire a trovare quello che possa compensare , ma non sostituire , la mia più grande passione.

Sperando di incontrare Francesco da vicino in un prossimo futuro e parlarne come il Roberto Bolle’ di Frattamaggiore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.