Torre del Greco, atti vandalici nelle stazioni: la decisione dell’Eav

Torre del Greco, atti vandalici nelle stazioni: la decisione dell’Eav

Atti vandalici stazioni – Sta diventando sempre più seria la situazione relativa agli atti vandalici e alle aggressioni nelle stazioni di tutta l’area di Napoli e provincia. A tal proposito, una decisione importante da parte dell’Eav è arrivata nel comune di Torre del Greco.

Atti vandalici stazioni: la polemica a Torre del Greco

L’Eav ha infatti deciso di sospendere la fermata di Sant’Antonio a Torre del Greco, a causa dei continui atti vandalici che sono avvenuti nella stazione per tutelare i passeggeri. La drastica decisione, spiegata dall’Ente Autonomo Volturno, ha scatenato numerose polemiche dei cittadini che non possono più fruire della fermata.

A tal proposito, come riportato da Vesuviolive.it, è intervenuto il sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, che ha spiegato:

Siamo intervenuti subito chiedendo un tavolo di coordinamento per fare chiarezza sulla questione con i vertici EAV e assicurare ai cittadini, di nuovo, la fruibilità della stazione che rappresenta per il popoloso quartiere di Torre una importante possibilità di spostamento”.

Una riunione d’urgenza è stata convocata dal sindaco per martedì 9 marzo presso il Palazzo Baronale, a cui parteciperanno anche il direttore E.A.V. Ing. Sposito, il Presidente del Consiglio Comunale, Gaetano Frulio, ed il consigliere delegato ai trasporti, Salvatore Gargiulo.

Atti vandalici EAV: la soluzione a Sant’Anastasia

Qualcosa di simile è accaduto anche in un altro comunde del vesuviano, Sant’Anastasia. In questo caso il presidente dell’EAV, Umberto De Gregorio, ha annunciato un servizio di vigilanza armata e cinofila, dopo il triste e grave episodio stigmatizzato anche dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nell’ultima diretta di venerdì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *