Inseguimento a Scampia. Braccati fino a Lago Patria dalla polizia e dall’auto speronata

Inseguimento a Scampia. Braccati fino a Lago Patria dalla polizia e dall’auto speronata

Inseguimento a Scampia. Due uomini hanno scatenato il panico mentre fuggivano dalla polizia e da un’auto che loro stessi avevano speronato.

LEGGI ANCHE: NAPOLI, DUE NONNINI NASCONDEVANO 60MILA EURO E MUNIZIONE IN CASA

L’inseguimento a Scampia: Surreale. Era come essere dentro un film

Inseguimento a Scampia

La giornata di ieri pomeriggio si è tinta di suspense nel quartiere di Scampia. Due uomini a bordo di una Passat si sono dati alla fuga dopo aver travolto un’altra auto.

A segnalare l’accaduto è stato lo stesso conducente dell’automobile speronata, una Fiat Punto, che si è poi lanciato all’inseguimento della Passat, senza perderla di vista neanche per un secondo.

La questura invia immediatemente due volanti e si apre la caccia all’uomo. Sia la polizia che il proprietario della Punto sono intenzionati ad assicurare alla giustizia i due criminali. Sembra quasi un film.

La corsa si protrae fino al carcere di Secondigliano, dove l’auto sospetta viene intercettata dalle volanti della polizia. In un primo momento sembra che tutto sia finito per il meglio, ma il conducente della Passet sorprende tutti con una brusca inversione di marcia e riesce a riprendere la fuga.

L’inseguimento riprende per altri, interminabili minuti, fino a Lago Patria, dove i malviventi riescono a seminare i loro inseguitori. A differenza dei film, oggi non abbiamo un lieto finale.

Le manovre e le strade percorse dai sospettati lasciano presumere che i due abbiano grande familiarità con la zona. La polizia non si dà per vinta e apre le indagini, cominciando dal numero di targa e dalle immagini registrate dalle telecamere di sicurezza.

Non è ancora chiaro che cosa abbia scatenato la folle corsa. L’ipotesi più accredita è che i due stessero pianificando un reato o, peggio ancora, ne avessero appena commesso uno, ma nulla è certo.

Inseguimenti in auto: Sempre più frequenti

Gli inseguimenti in auto stanno diventando sempre più frequenti. Un episodio simile è avvenuto poco più di una settimana fa, dove a Poggioreale un uomo si è dato alla fuga su di una Ford Escort rubata.

L’inseguimento con le volanti della polizia si è concluso in via Giovanni Pascoli, dove il sospettato ha abbandonato l’auto per fuggire a piedi. Sia le volanti che la Ford hanno riportato serie ammaccature alla carrozzeria.

LEGGI ANCHE: CARNEVALE, FESTE VIETATE A FRATTAMAGGIORE E CARDITO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *