Licola: Rapina alle poste. Uomo travestito da carabiniere scappa con 28mila Euro

Licola: Rapina alle poste. Uomo travestito da carabiniere scappa con 28mila Euro

Rapina all’ufficio poste di Licola Borgo. Ad esserne protagonista è stato un uomo che ha adoperato un subdolo stratagemma.

Il malvivente si è infatti presentato nell’ufficio postale con indosso una divisa da carabiniere, destando tutto fuorchè sospetto tra le persone lì presenti.

Rapina all’ufficio poste di Licola: il ladro si era travestito da carabiniere

Era travestito da carabiniere l’uomo che in tarda mattinata ha rapinato l’ufficio postale di Licola Borgo, portava anche la mascherina.

Nessuno ha sospettato nulla. Sia i dipendenti che i clienti, si sono rassicurati nel vedere quella divisa da difensore della legge. Purtroppo, la sicurezza si è presto trasformata in terrore, quando l’uomo ha estratto la sua pistola.

Il malvivente ha puntato l’arma contro una dipendente, costringendola ad aprire e svuotare la cassaforte dell’ufficio, dandosi poi alla fuga.

Un complice lo aspettava fuori. I due criminali si sono dileguati in pochi attimi, portando con se l’intero contenuto della cassaforte, che ammonta ad oltre 28mila euro.

I carabinieri di Monterusciello ed il corpo polizia di Pozzuoli si sono subito messi alla ricerca dei due. L’attività dell’ufficio è stata interrotta sia per le indagini che per la mancanza di liquidità.

L’ufficio postale di Licola: non è la prima volta che viene bersagliato da malintenzionati

Il bancomat vittima del fallito tentativo di furto della scorsa notte

Non è la prima volta che l’ufficio postale, sito in piazza San Massimo, è stato il triste bersaglio di attacchi di malviventi.

Risale infatti alla scorsa notte un altro tentativo di furto. Bersaglio di persone ignote è stato il bancomat situato fuori l’ufficio.

Fortunatamente i ladri non sono riusciti nel loro intento, ma hanno provocato ingenti danni alla cassa automatica e al muro circostante. La macchina è attualmente fuori uso.

Non è ancora noto se gli autori dell’attacco al bancomat siano gli stessi che hanno rapinato l’ufficio. Le forze dell’ordine continuano ad indagare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *