Luigi Sartor arrestato: l’ex calciatore di Juve e Parma coltivava marijuana

Luigi Sartor arrestato: l’ex calciatore di Juve e Parma coltivava marijuana

Luigi Sartor arrestato per coltivazione di marijuana. L’ex calciatore è stato arrestato in flagranza di reato dalla Guardia di Finanza di Parma.

Luigi Sartor arrestato per coltivazione di marijuana

È finito in manette l’ex calciatore di Juventus, Parma, Roma e Inter Luigi Sartor. L’ex giocatore della Serie A, è stato arrestato dalla GdF di Parma per coltivazione di marijuana. All’interno di un casolare abbandonato di Lesignano Palmia, piccola frazione della montagna parmense, sono state trovate ben 106 piante di marijuana.

L’ex difensore, residente nella città ducale, è stato fermato e tratto in arresto insieme a un coetaneo suo complice. Si tratta di Marco Mantovani, di Parma. Ad insospettire le Fiamme Gialle è stato l’odore proveniente dal casolare. I due si stavano prendendo cura della serra, creata all’interno del casolare.

Del Piero e Sartor in Juventus-Roma

In più a destare sospetti, sono state le richieste di raddoppio della potenza del contatore, in un posto abbandonato. Altro indizio era la forte luce proveniente dalle fessure dello stabile. L’ultimo indizio delle forze dell’ordine è arrivato circa dieci giorni fa. Simulando un controllo stradale, gli agenti hanno notato che nella vettura di Sartor, vi era lo stesso aroma di marijuana.

LEGGI ANCHE: ROGO AD ARZANO: LE IMMAGINI DELL’INCENDIO (VIDEO)

L’arresto dei due è stato convalidato, dal giudice Beatrice Purita. Nei confronti di Sartor è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari. Mantovani, invece, sarà sottoposto all’obbligo di firma. Processo nei confronti di Sartor fissato il prossimo mese di marzo.

Non è la prima volta che l’ex Juventus e Parma, finisce nei guai. Il giocatore infatti uno di nomi della vicenda Calcioscommesse. Vicenda giudiziaria partita dalla Procura di Cremona nel 2011. Per quel caso, finì in carcere, ma nel 2019 la vicenda si chiuse con la dichiarazione di prescrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *