SANITA’. “RoboSud 2022”: l’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli protagonista del primo congresso nazionale di robotica in uro-oncologia

SANITA’. “RoboSud 2022”: l’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli protagonista del primo congresso nazionale di robotica in uro-oncologia

“RoboSud 2022”. E’ il primo Congresso Nazionale con Corso Pratico di Alta Specializzazione di Robotica in Uro-Oncologia, che si terrà da 2 al 3 dicembre 2022, presso la sala consiliare del Comune di Pozzuoli – Largo Sedile de’ Nobili, con la direzione scientifica del dottor Giovanni Di Lauro (direttore U.O.C Urologia del P.O. Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli) e del dottor Paolo Fedelini (direttore U.O.C Urologia AORN Cardarelli di Napoli).

È il primo evento che testimonia i significativi risultati raggiunti nell’uso delle tecnologie e delle piattaforme robotiche in urologia nel mezzogiorno d’Italia ed in particolare nella regione Campania, dove spiccano punte di eccellenza presso il P.O. Santa Marie delle Grazie di Pozzuoli dell’Asl Napoli 2 Nord e l’Ospedale Cardarelli.

LE DICHIARAZIONI

È particolarmente importante come un congresso di levatura nazionale, con un significativo indirizzo formativo, trovi sede ideale proprio a Pozzuoli –  sottolinea Mario Iervolino, direttore generale Asl Napoli 2 Nord – ciò conferma l’alto livello di specializzazione che l’ospedale Santa Maria delle Grazie abbia raggiunto nel campo della chirurgia robotica e, in particolare, nel trattamento delle patologie oncologiche.  In un quadro – aggiunge Iervolino – di impegno interdisciplinare con altre importanti Istituzioni Medico Scientifiche e che pone le basi per futuri importanti sviluppi”.

Durante i due giorni verranno proposte sessioni di chirurgia renale, prostatica e vescicale con particolare riferimento alle patologie oncologiche, grazie a collegamenti dal vivo con le sale operatorie del P.O. di Pozzuoli ed il Centro di Biotecnologie dell’A.O.R.N. Cardarelli di Napoli.

Al “RoboSud” sarà presentato inoltre il “Gom” della Regione Campania, ovvero il gruppo Oncologico multidisciplinare chiamato a un confronto sul lavoro che viene svolto anche in altre regioni per migliorare e comprendere le strategie più opportune nell’affrontare le patologie onco urologiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *