Aversa, nuovo corso di laurea triennale in Ingegneria Gestionale, presenta il prof. Marcello Fera

Aversa, nuovo corso di laurea triennale in Ingegneria Gestionale, presenta il prof. Marcello Fera

INGEGNERIA GESTIONALE all’Università Vanvitelli: Un mondo di opportunità

L’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” sta per lanciare nel prossimo anno accademico, che partirà a Settembre prossimo, un nuovo corso di laurea triennale in Ingegneria Gestionale. Per parlare di questo nuovo corso abbiamo incontrato il prof. Marcello Fera, docente di Progettazione e Gestione degli Impianti Industriali del Dipartimento di Ingegneria e uno dei tutor del nascente Corso di Laurea.

Domanda: Professore, quali sono oggi i risultati occupazionali che gli studenti di Ingegneria Gestionale si possono attendere?

L’ingegneria gestionale garantisce significative opportunità di lavoro.L’indice di occupazione dei suoi laureati è in media superiore a quello medio di tutte le altre ingegnerie, oltre a garantire una vicinanza alle aziende e alle industrie testimoniato dalla percentuale di tirocini presso aziende ed industrie dei laureati in Ingegneria Gestionale rispetto a tutti gli altri laureati in ingegneria.

 

 

 

 

 

Dati sugli stage in azienda e sulla condizione occupazionale dei laureati in Ingegneria Gestionale (fonte: Almalaurea 2022).

Domanda: Professore, perché la Vanvitelli ha inteso progettare e strutturare un nuovo corso in Ingegneria Gestionale nel contesto dell’offerta formativa universitaria regionale?

Per coprire alcune carenze formative evidenziate da molti portatori di interesse dell’industria e del mondo delle professioni, che hanno evidenziato negli incontri avuti una necessità di aumentare le competenze digitali e di comunicazione e relazione dei laureati in ingegneria gestionale. Tale gap è stato anche confermato dallo studio sulle condizioni di occupazione della Regione Campania. Pertanto, a partire da queste esigenze del territorio e del tessuto imprenditoriale Campano, la Vanvitelli ha voluto offrire un percorso di studio, che pur mantenendo un profilo volto all’ingegneria industriale, intende dare risposta anche alle esigenze su richiamate puntando anche a corsi caratterizzanti afferenti al mondo dell’automazione oltre che dell’economia, dando, così, al futuro laureato una significativa connotazione tecnica trasversale.

Domanda: Quale è la sede della nuova Laurea in Ingegneria Gestionale?

Il nuovo Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale è presso il Dipartimento di Ingegneria della Vanvitelli che si trova in Aversa, città normanna di antichissima storia, che ospita il Dipartimento di Ingegneria nella Real Casa dell’Annunziata, complesso del XIV-XV secolo, appositamente restaurato e rinnovato per ospitare i moderni locali, laboratori ed aule di Ingegneria.

Gli spazi per gli studenti, soprattutto se comparati con quelli offerti dagli altri Atenei Campani, sono notevoli e molto apprezzati.

Inoltre, per tutta la provincia di Caserta è attivo il servizio V:ery Soon, che è un servizio gratuito di navette per gli studenti diretti alle aule dell’Ateneo, quindi anche presso quelle del Dipartimento di Ingegneria. Inoltre, a disposizione degli studenti ci sono anche parcheggi auto gratuiti. Queste condizioni sono poste in essere dall’Ateneo per cercare di favorire l’esperienza dello studente.

Domanda: Come è articolato il piano di studi della nuova Laureae quali caratteristiche peculiari lei crede abbia il nuovo corso in Ingegneria Gestionale?

Il primo step è costituito dal cosiddetto test TOLC-I, un test di autovalutazione obbligatorio, che permette allo studente di autovalutare le proprie conoscenze utili al percorso universitario che si sta per intraprendere. Il mancato superamento del test non preclude, comunque l’iscrizione, ma genera un debito formativo, che può essere risolto dallo studente o frequentando i corsi appositamente offerti dal Dipartimento di Ingegneria o, semplicemente superando come primo esame o il corso di Analisi Matematica I o di Geometria ed Algebra.

Superato il TOLC-I, il piano di studi prevede un primo anno in cui sono presenti tutte le materie di base come l’Analisi Matematica, la Geometria, la Fisica e così via. Nel secondo anno sono presenti corsi tipici di tutta l’ingegneria industriale (compreso un corso sugli impianti dell’industria di processo, di fisica tecnica, misure e di contabilità generale), mentre nel terzo anno sono approfonditi invece i temi caratterizzanti dell’ingegneria gestionale, cioè gli impianti industriali, l’ingegneria economico-gestionale, l’automazione e le tecnologie di produzione. E’ previsto nel percorso di studio un tirocinio obbligatorio presso aziende o enti pubblici e privati e una prova di lingua inglese.

Per quanto riguarda le peculiarità del nuovo corso di studi in Ingegneria Gestione è la grande attenzione che i docenti di Ingegneria danno a tutti gli studenti, avendo una numerosità di iscritti che rendono possibile un proficuo e reale rapporto tra docente e studente, cosa che purtroppo non sempre si verifica negli altri atenei campani. Tale attenzione favorisce la possibilità per gli studenti di poter proficuamente affrontare anche materie che sono, normalmente percepite come scogli insormontabili. Inoltre, è da sottolineare che l’offerta formativa sull’Ingegneria Gestionale presso la Vanvitelli si completa con un corso magistrale già esistente di Ingegneria Gestionale ed un Dottorato di Ricerca che anche tratta i temi cari all’Ingegneria Gestionale.

E possibile rintracciare ulteriori dettagli su tutto quanto sopra detto sul sito internet del Dipartimento di Ingegneria, nella sezione didattica, https://www.ingegneria.unicampania.it/didattica/corsi-di-studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *