La truffa su Signal. Parte il raggiro del finto iPhone 12 in regalo

La truffa su Signal. Parte il raggiro del finto iPhone 12 in regalo

Parte la truffa su Signal. Non è tutto oro ciò che luccica e l’app di messaggistica globale ne sa qualcosa, infatti la sua nuova fama l’ha resa il bersaglio più recente della truffa del finto iPhone 12.

LEGGI ANCHE: CLUBHOUSE. IL SOCIAL DELLA VOCE ARRIVA IN ITALIA

Truffa su Signal. Cosa si rischia e come riconoscerla

Dopo il polverone creato da WhatsApp sulle nuove politiche della privacy, milioni di persone hanno deciso di approdare verso un “porto più sicuro” chiamato Signal.

L’app di messaggistica, che vanta la migliore sicurezza della privacy tra tutte le sue concorrenti, è presto divenuta la preferita di politici ed importanti redazioni giornalistiche grazie alla riservatezza delle sue chat.

Tuttavia, come ben si sa, la fama non porta solo cose positive. Dopo Whatsapp, anche Signal è caduta nel mirino della recente truffa del finto iPhone 12.

Tutto parte con un finto contatto che si spaccia per Amazon, il quale offre in regalo un nuovissimo iPhone 12 dopo aver completato la procedura su un link sconosciuto.

Ad essere richieste sono informazioni personali e riservate, come passwords e dati bancari.

Ovviamente siamo davanti ad una pericolosa frode. Condividere questo tipo di dati personali può portare a gravi conseguenze, come furti d’identità e violazioni di account bancari.

Il solo pensare di ricevere il costosissimo iPhone 12 in regalo desta subito sospetto. Nonostante ciò, sono già in molti ad essere caduti vittima di questa “banale” truffa, accecati dal desiderio di ottenere gratis il famoso cellulare. In questi casi, il buon senso viene spesso oscurato dall’avidità.

LEGGI ANCHE: NVIDIA E AMD SEMPRE PIU’ COSTOSE. IL MERCATO IN MANO AI BAGARINI

Consigli su come evitare questo tipo di truffe

Ci sono due semplici modi per evitare quest truffe, ma molti tendono a dimenticarli:

Punto primo: Diffidate dai contatti sconosciuti che vogliono regalarvi cose costose! Difficilmente esisitono persone e compagnie così benevole, soprattutto sul web.

Punto secondo: Bisogna sempre prestare attenzione ai link sconosciuti che si ricevono da contatti anonimi. Provate a controllare la loro provenienza usando un pc. Se vi sembra sospetto, cestinate il messaggio e bloccate il contatto.

Questa redazione continuerà a seguire la vicenda della truffa su Signal e non mancherà di aggiornarvi nel momento in cui ci saranno nuovi sviluppi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *