Alec Baldwin spara con la pistola di scena: uccisa la direttrice di fotografia e ferito il regista

Alec Baldwin spara con la pistola di scena: uccisa la direttrice di fotografia e ferito il regista

La tragedia è avvenuta ieri, giovedì 21 ottobre, sul set del film Rust. Durante le riprese di una scena nel New Mexico, l’attore Alec Baldwin ha sparato con una pistola di scena, causando la morte della direttrice di fotografia Halyna Hutchins e il ferimento del regista Joel Souza.

 

L’ufficio dello sceriffo della contea di Santa Fe ha dichiarato che Hutchins, 42 anni, è stata trasportata in elicottero all’ospedale dell’Università del New Mexico ad Albuquerque, dove è morta, mentre Souza, 48 anni, è stato portato in ambulanza al Christus St. Vincent Regional Medical Center di Santa Fe, dove ha ricevuto cure di emergenza per le ferite riportate.

La stessa fonte ha affermato che Hutchins e Souza “sono stati colpiti dai proiettili partiti dall’arma impugnata da Alec Baldwin, 68 anni, produttore e attore”. Il Santa Fe New Mexican ha riferito che Baldwin è stato interrogato dagli investigatori ed era in lacrime.

Al momento, nessuno è stato arrestato e non è stata depositata nessuna denuncia. Gli investigatori stanno interrogando i testimoni e le indagini sono aperte.

I rappresentanti di Baldwin non hanno voluto rilasciare alcuna dichiarazione.

La morte di Hutchins è stata confermata dall’ufficio dello sceriffo e dall’International Cinematographers Guild, Local 600. “Abbiamo ricevuto stasera una notizia devastante: una nostra collaboratrice, Halyna Hutchins, direttrice di fotografia della produzione Rust, che si stava girando in New Mexico, è morta a causa delle ferite riportate sul set”, ha detto John Lindley, presidente dell’associazione. Anche Rebecca Rhine, il direttore esecutivo, si è espressa sull’accaduto: “Al momento i dettagli della vicenda non sono ancora chiari, ma stiamo collaborando alle indagini e ci aspettiamo che presto queste facciano luce sul tragico evento. Affrontiamo una perdita terribile e piangiamo la scomparsa di un membro della nostra famiglia, della nostra associazione”.

Frances Fisher, protagonista di Rust, giovedì sera ha pubblicato un Tweet col quale comunicava che Souza le aveva detto di essere uscito dall’ospedale.

Rust Movie Productions LLC, casa di produzione della pellicola, ha anch’essa rilasciato una dichiarazione giovedì sera: “La tragedia di oggi ha sconvolto l’intero cast e la troupe. Rivolgiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia di Halyna e ai suoi cari. Interromperemo la produzione del film per un periodo di tempo indeterminato e collaboreremo attivamente alle indagini del Dipartimento di Polizia di Santa Fe. Forniremo servizi di consulenza a tutti coloro che lavorano al film, affinché ricevano il sostegno necessario per elaborare questo terribile evento”.

La prima chiamata al 911 per segnalare l’incidente è avvenuta alle 13.50. “C’è una persona a cui hanno sparato accidentalmente”, sono state le prime parole di chi ha richiesto i soccorsi. La casa di produzione ha rilasciato la sua prima dichiarazione giovedì pomeriggio, dicendo: “C’è stato un incidente oggi sul set di Rust in New Mexico. Nonostante la pistola di scena fosse caricata a salve, sono accidentalmente esplosi dei colpi”. Tuttavia, l’ufficio dello sceriffo ritiene che sia prematuro determinare la dinamica dell’accaduto e, cautamente, non ha usato la parola “incidente”, lasciando che siano le indagini a stabilire se si possa parlare in questi termini.

“L’ufficio dello sceriffo si riferisce alla vicenda come a un’indagine sulla sparatoria”, ha specificato il portavoce dello sceriffo Juan Rios. “Se si tratti o meno di un incidente, lo chiariranno gli inquirenti approfondendo il caso.” Ha poi aggiunto: “La sparatoria è avvenuta durante le riprese di una scena. Sembra che questa prevedesse l’uso di un’arma da fuoco e che da essa siano partiti dei colpi. Gli inquirenti stanno indagando su come questo sia potuto accadere e su quale tipo di proiettili siano stati sparati.”

La vittima, Halyna Hutchins, si era laureata all’American Film Institute nel 2015 e aveva lavorato a diversi cortometraggi prima di girare Archenemy, un lungometraggio del 2020 con Joe Manganiello. Nel 2019 era stata definita “stella nascente” dall’American Cinematographer.

Michael Pessah, amico di Hutchins e anch’egli direttore di fotografia, ricorda Halyna così: “Era una persona meravigliosa, positiva e creativa, entusiasta di fare film e sulla buona strada per sfondare”.

Souza stava scrivendo e dirigendo il western. Tra gli interpreti ci sono anche Jensen Ackles, Brady Noon e Travis Fimmel. Un elicottero ha sorvolato e fotografato il luogo della sparatoria e il set, una vecchia chiesa in mezzo al deserto, che appare effettivamente bloccato. Il New Mexico è una location cinematografica assai richiesta; il Bonanza Creek Ranch ha ospitato produzioni come Cowboys & Aliens, Quel treno per Yuma, Appaloosa e Longmire. Baldwin è co-produttore del film e interpreta il famigerato fuorilegge Rust, il cui nipote tredicenne viene condannato per un omicidio accidentale. Rust cerca di far evadere suo nipote dalla prigione, ma ha alle calcagna un agente federale degli Stati Uniti (Ackles) e un cacciatore di taglie (Fimmel). Durante la fuga, tra il fuorilegge e il ragazzo si creerà un legame speciale.

Elena Sophia Vinchi

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *