Scuola: a rischio l’apertura dell’anno scolastico

Scuola: a rischio l’apertura dell’anno scolastico

Scuola: a rischio l’apertura dell’anno scolastico

A rischio l’apertura dell’anno scolastico

Da fonte CGIL scuola arrivano dati allarmanti sulla diffusione dei contagi nel contesto sociale più ampio. La FLC CGIL considera utile l’introduzione del green pass e sollecita i tavoli di confronto previsti dal protocollo sulla sicurezza.
Tra il 18 e il 19 luglio l’indice RT è passato da 1,3 a 1,8 e, intanto, la fascia d’età più colpita dalla variante Delta (sessanta volte più trasmissibile della precedente) è quella che va tra i 10 – 19 e tra i 20 – 29 anni.
Per una parte della popolazione scolastica, tra i 10 e i 19 anni, pari a 5milioni e 700mila, risultano vaccinati con prima dose il 21,35 % e solo il 6,72% con seconda dose (fonte: ISTAT, Covid-19 Opendata Vaccini).

Il CTS nel parere diffuso il 16 luglio 2021 sostiene l’importanza della vaccinazione nella scuola, per il personale e per gli studenti a partire dai 12 anni, anche in considerazione della recente approvazione del vaccino Pfizer/BioNTec.

Il tema della riapertura dell’anno scolastico si inserisce all’interno di un quadro complessivo preoccupante, di cui le fasce giovanili sono un tassello estremamente importante. Il contesto scolastico, assolutamente immutato per misure di prevenzione rispetto allo scorso anno, con le medesime dotazioni di personale, di capienza dei locali e di organizzazione dei trasporti, può contare, secondo i dati oggi disponibili sul livello nazionale, una copertura del personale all’86% e degli studenti al 6,72%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *